Una storia lunga sessantacinque anni!

Coro Cat Gardeccia al concerto pei 65 anni dalla fondazione

Luigi Baroni, Giuseppe Bussolari, Cesare e Giordano Fantozzi, Nevio Forni. In cinque cominciarono così, per gioco e per passione. Una passione che li portava lungo sentieri e vallate delle nostre belle montagne, filmando, con la loro 8 millimetri, luoghi incantati e vallate da sogno, cime innevate e prati fioriti. E fu per gioco che cominciarono a cantare: per creare una colonna sonora ai filmati che giravano; per accompagnare alle immagini una musica che le facesse rivivere, una volta tornati a casa, nella piatta pianura nebbiosa. Li univa l’amicizia e la voglia di dare un senso più profondo alle loro esperienze. Decisero poi di dare un senso a tutto ciò: quello che ne uscì fu il CAT GARDECCIA: Gardeccia dal nome del rifugio alpino, sulle Dolomiti, in cui nel 1949 il loro gruppo si costituì e CAT da un intercalare della bassa pianura bolognese. Continuarono con tanta passione e col passare degli anni aumentarono di numero. Nel 1962 erano in 11, poi progressivamente il coro aumentò oltre i 30 elementi e così si festeggiarono il 40° , il 50° ed il 60° anniversario dalla loro fondazione. Giovani studenti e uomini già impegnati nel mondo del lavoro che dedicarono tanto del loro tempo libero per incontrarsi, studiare, migliorare la propria capacità espressiva e preparare le esecuzioni in amicizia. Oggi il numero si è stabilizzato attorno le 30 unità, con un sufficiente ricambio generazionale che ha mantenuto piuttosto bassa, rispetto ad altri cori, la media dell’età dei coristi. Dal 2002 nell’organico vi sono alcune donne, introdotte dalla direzione artistica per dare maggiore freschezza al timbro dei tenori. Nonostante la presenza femminile, comunque, il coro rimane sempre a voci pari ‘maschili’, dal momento che le ragazze cantano nel rigo tenorile. Nei primi 65 anni di vita il coro ha tenuto oltre 600 concerti in scuole, ospedali, teatri, chiese, celebrazioni di paese, sempre gratuitamente o per beneficienza. Si è partecipato a concorsi e innumerevoli rassegne. A caso ricordiamo concerti alla sala Bossi del Conservatorio musicale G.B.Martini di Bologna, un secondo posto conseguito al ‘Festival dei canti di montagna’ di Lizzano Belvedere, concerti ad Ivrea, Verona, Treviso, Roma. Più recentemente esibizioni a Wolsberg e Salisburgo, (Austria), Lucca, Palestrina; Avola, Erice, S.Vito (Sicilia); Superga, Venaria, Sacra di S. Michele (Piemonte); Bari,Trani (Puglia), Latina, Valsassina, Comacchio, Reggio Emilia, Pergine di Valsugana (TN), Milano.
Dopo la direzione di Nevio Forni (50 anni) e di Arnaldo Graziani (8 anni), attualmente il direttore del coro è Mario Graziani.

I prossimi appuntamenti

  • Tra Sacro e Profano:
    Il coro CAT Gardeccia canta Bepi de Marzi

Sabato 9 Giugno 2018, ore 21:00
Santuario della Madonna del Poggio
San Giovanni in Persiceto.

Il coro CAT Gardeccia rende omaggio al Maestro autore di melodie indimenticabili come "Signore delle Cime" e "Joska la rossa" con un concerto monografico, eseguito nella suggestiva ambientazione del Santuario della Madonna del Poggio.
-----------------------------------------------
Sabato 16 Giugno 2018, ore 21:00
Cà Granda, via Carradona, 1
San Matteo della Decima.

Ti sei perso l'evento del 9 Giugno, oppure ci vuoi riascoltare? Allora non puoi mancare a questa replica (con qualche sorpresa) del nostro omaggio al Maestro Bepi de Marzi.